Home zazen il dojo insegnamento news links calendario

zen savona      
Roland Yuno Rech - scritti
       
         
 
Comprendere ciò che produce felicità

Quando si pratica zazen, non ci si concentra semplicemente sulla postura, osserviamo anche la nostra vita e tutti i fenomeni che si riflettono nello specchio di zazen. E' importante avere fiducia nello specchio di zazen e lasciarsi insegnare da zazen. Anche se ascoltiamo un insegnamento, per esempio un kusen, o leggiamo un sûtra, non dobbiamo seguire questo insegnamento per sottomissione ad una autorità, ma sperimentarne la verità attraverso lo specchio di zazen, ritornare alla fonte della saggezza in se stessi. E' ciò che il Buddha raccomandò ai Kalama chiedendogli se secondo la loro esperienza, l'avidità, l'odio e l'ignoranza producevano scontentezza e sofferenza. Quando avessero riconosciuto questo come una verità derivante dalla loro esperienza, avrebbero potuto abbandonare queste abitudini. Se voi comprendete che qualcosa crea sofferenza, per voi o per gli altri, fermatevi. Se non si vuole abbandonare, è perché non si ha veramente capito dal profondo del proprio corpo e del proprio spirito. Al contrario, disse loro Se comprendete che l'assenza d' avidità, l'assenza d'odio e d'illusione producono la felicità, allora praticate questo. Se si pratica così, allora naturalmente la benevolenza verso tutti gli esseri appare, non perché abbiamo ricevuto il comandamento d'essere benevolenti, o perché ci hanno detto che dobbiamo essere compassionevoli, ma perché la benevolenza e la compassione divengono un irraggiamento naturale della pratica. Se ci si dice che bisogna praticare queste virtù, allora è molto difficile, ma se si lascia cadere lo spirito illusorio, lo spirito avido, lo spirito dell'odio, ostile, allora naturalmente la benevolenza e la compassione appaiono. Invece di essere invidiosi della felicità altrui, possiamo provarne gioia, possiamo accogliere con uguale sentimento le lodi o le critiche. Il nostro ego non sarà né accresciuto né diminuito. Quando queste attitudini divengono naturali, significa che i tre veleni non producono più effetti sulla nostra vita. Questo non dipende nè dall'autorità di qualcun' altro nè dalle nostre credenze. Questo dipende solo da una profonda realizzazione attraverso la pratica.
 

Roland Yuno Rech Le zen du Bouddha Ed. Yuno Kusen (estratto)

 

Ritorna a ->Insegnamento

 
 
 
 
Statistiche gratis            
             

Zen Savona - tel: 019/484956 - e-mail: info@zensavona.it
AZI associazione zen internazionale (fondatore M° Taisen Deshimaru)  - ABZE associazione buddhista zen europea (sangha del M° Roland Yuno Rech)